Calibro 35

image

Giovedì 31 Luglio
Calibro 35
funky | soundtracks | prog
*****************************************

I Calibro 35 nascono a Milano, nel 2007, con l’idea di riproporre musiche e situazioni tipiche delle colonne sonore dei film polizieschi e degli action thriller degli anni settanta. Il rinnovato interesse per questo genere musicale, riscoperto e apprezzato anche da Quentin Tarantino, ha spinto i Calibro 35 a reinterpretare i temi più noti dei maestri del genere quali: Morricone, Bacalov, Micalizzi, i fratelli De Angelis, Cipriani, Ortolani e molti altri.

I musicisti coinvolti nel progetto sono: Enrico Gabrielli (organi, fiati), Massimo Martellotta (chitarre, lap steel), Fabio Rondanini (batteria, percussioni), Luca Cavina (basso) e Tommaso Colliva (produzione). Così schierati, i quattro musicisti, tra chitarre fuzz, organi distorti, bassi ipnotici e funky grooves, fanno rivivere le tipiche atmosfere musicali del cinema “poliziottesco” italiano degli anni settanta.

Nel 2008 viene pubblicato il primo capitolo che prende il nome di “Calibro 35”. L’album contiene le prime registrazioni che includono dodici omaggi ai grandi maestri, ma anche due composizioni originali che seguono lo stesso percorso. Viene aggiunta anche una bonus track, la versione del brano “L’appuntamento”, originariamente interpretato da Ornella Vanoni, con la voce di Roberto Dell’Era. Nel 2009 viene registrata la versione di “Tutta donna”, brano originariamente interpretato da Lola Falana, con la voce di Georgeanne Kalweit.

Il gruppo cerca di ritrovare il suono, l’attitudine e quella coesistenza di generi che hanno reso famoso in tutto il mondo il gusto italiano nella musica per le immagini. Non è un caso che le prime esibizioni del gruppo siano avvenute all’estero, in Lussemburgo e in Belgio, e che importanti network come BBC, KCRW e Radio RAI (“Notte in Bovisa” diventa la sigla di Radio Due Live) abbiano trasmesso brani della band. Nel Novembre 2009 “Calibro 35” vince il premio PIMI come Miglior Tour.

Nel frattempo il gruppo si chiude in studio per registrare la colonna sonora di “Eurocrime” documentario americano sui polizieschi italiani e per lavorare al nuovo disco. “Ritornano Quelli di…” viene pubblicato nel febbraio del 2010, ricevendo unanimi consensi da parte della stampa. L’album contiene cinque brani tratti da pellicole italiane degli anni ’70 come: “5 bambole per la luna d’agosto”, “Milano Odia”, “Il consigliori”. Ma la vera novità è la presenza di brani originali (ben otto) che sanciscono la capacità della band di ricreare oggi le atmosfere che resero celebri anni fa le colonne sonore italiane.

La band inaugura il suo tour estivo di quell’anno aprendo il concerto dei Muse allo stadio San Siro di Milano e partecipando al “Nova Rock Festival” in Austria. “Ritornano Quelli di…” viene poi pubblicato in Inghilterra e Stati Uniti in luglio, mentre nel settembre successivo “Calibro 35” riceve il premio “KeepOn” come “Migliore Live band italiana”. Dopo aver creato l’intera colonna sonora per il film “Said”, i Calibro 35 compongono alcuni brani per i film “Gli Angeli del Male” di Michele Placido e “La Banda Del Brasiliano” di John Snellinberg. Il brano“Convergere in Giambellino” è incluso nella colonna sonora del film “R.E.D.” con Bruce Willis e John Malkovich. Un brano del gruppo è inoltre incluso nella compilation della serie televisiva “Romanzo Criminale“.

Il 13 marzo 2010 viene registrato dal vivo il 7” “Deathwish” al Bronson di Ravenna. Il singolo, pubblicato nel 2011 dalla Bronson Produzioni, contiene “Deathwish Pt. 1” e “Deathwish Pt. 2”, cover di Herbie Hancock.

Nel dicembre 2010 esce “Rare”, raccolta di musiche da film, B-side, versioni alternative e inediti dell’archivio sonoro della band e per tutto l’anno seguente la band continua a calcare i palchi internazionali partecipando al “SXSW” di Austin, Texas, e concedendosi un breve tour in Turchia dove la data ad Istanbul è sold out. In Italia l’attenzione si sposta su due progetti speciali dal vivo: la sonorizzazione del film “Milano odia: la Polizia non può sparare” (regia di Umbero Lenzi, musiche di Ennio Morricone) registra il tutto esaurito sia a Roma che a Milano, mentre l’evento speciale “Indagine sul cinema del brivido” apre alla band le porte del Teatro dal Verme di Milano.

Il nuovo disco “Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti accaduti è puramente casuale” esce il 7 febbraio 2012 su Venus dischi (versione in vinile su Tannen Records) e contiene ben dieci brani inediti e due gemme dal passato. L’album viene interamente registrato a Brooklyn, New York, e rappresenta un ulteriore step nel percorso musicale del quartetto strumentale; il suono è ancora più spurio e contaminato ma non perde le fondamenta funk da cui Calibro 35 proviene. Il successo di critica e di pubblico è ancora una volta enorme e la band va in tour riempiendo ogni sera i club di tutta Italia.

Ad inizio estate, dopo una pausa di due mesi dall’attività live, i Calibro 35 si rimettono in strada per macinare più di 3000 km, con una nuova tranche di concerti in Italia e in Europa dell’est. Tra le date spiccano l’apertura per concerti-evento come quello che segna il ritorno degli Afghan Whigs, a Bologna,  e quella per la diva del soul Sharon Jones, a Bari, il live a Belgrado – prima del quale è stato proiettato per la prima volta in una nazione dell’Est Europa il documentario Eurocrime (di cui i Calibro 35 hanno curato la colonna sonora) – oltre che la presenza come headliner alla prima serata del “Festival Mi Ami 2012”. Il 10 luglio, inoltre, esce negli USA la versione americana del disco, pubblicata dalla newyorkese NUBLU Records: il chilometrico titolo è stato tradotto in “Any resemblance to real persons or actual facts is purely coincidental”.

Il 5 novembre 2012 viene pubblicato “Dalla Bovisa a Brooklyn”, il nuovo Ep dei Calibro 35. Ad accompagnarlo un extra speciale: il fumetto scritto da Marco Philopat e disegnato da Gianfranco Enrietto.

Il 20 aprile 2013 i Calibro 35 pubblicano la colonna sonora di “Said”, un pulp di Joseph Lefevre di produzione italo-spagnola “tutto mafia e violenza”, dalla quale viene tratto il singolo “Ragazzo di strada”, cover dei Corvi a cui partecipa Manuel Agnelli degli Afterhours.

Il 21 ottobre dello stesso anno, grazie agli sforzi della rinomata etichetta Record Kicks, label di riferimento della scena soul-funk mondiale, i Calibro 35 pubblicano il loro quarto album in studio, “Traditori di Tutti”, anticipato a settembre dal singolo “Giulia mon amour / Notte in Bovisa”.

Il 15 maggio 2014 la band pubblica sempre per la Tannen Records una nuova colonna sonora, “Sogni di gloria”, film di John Snellinberg, in collaborazione con CG Home Video / Toscana Film Commission / Regione Toscana.

*****************************************

BEAT CAFE’

Marina di San Salvo (CH)

Ingresso libero
Inizio concerto ore 22

Les Agamemnoz

image

Les Agamemnonz sono incredibili! Suonano come una surf band californiana del 1962 e sono vestiti da antichi greci. Questo quartetto francese presenta un set di surf moderno e progressivo ma con un impatto certamente tradizionale. Unita’ riverbero e amplificatori auto-costruiti su chitarre Fender, sonorita’ pulite e ricercate, batteria in primo piano e grandissima selezione musicale. Concerto giusto nel luogo giusto.

TAV FALCO

image

image

Sabato 12 Luglio
TAV FALCO & Sacri Cuori
garage | rock n’ roll | legend
*****************************************
Maestro di una ruvida e sfavillante fusione di rockabilly, blues e garage rock.
Rockabilly + punk, country + blues, garage + indie: questa è la formula vincente di Mr. Tav Falco da Memphis, grazie alla quale, dagli anni 80 a oggi, è diventato una leggenda vivente.
E’ stato assieme ai Cramps tra i primi agitatori di quella scena che poi verrà chiamata psychobilly. Nato in Arkansas, Falco si sposta nel 1973 a Memphis, dove si inserisce ben presto nella comunità creativa cittadina come filmmaker e artista performer, sostenendosi coi mestieri più improbabili.
Nel 1979 mette insieme la prima versione della sua band The Panther Burns (il nome viene da una famosa piantagione del Tennessee), un gruppo che ha visto nelle sue fila
Alex Chilton e James Luther Dickinson.
Negli anni Ottanta e Novanta, Falco divide il proprio tempo tra l’Europa e gli Stati Uniti, pubblicando con parsimonia e qualità una serie di dischi coi Panther Burns che cambiano continuamente formazione, mantenendo la carriera parallela di attore. In tale veste si può vedere in piccole parti in Great Balls of Fire, Wayne County, Downtown 81 e Highway 61.
Incredibile dal vivo, verrà accompagnato dai Sacri Cuori, band romagnola da esportazione che ha già conquistato il cuore del nostro pubblico con concerti caratterizzati da intensità emotiva e perizia tecnica.
 
http://www.sacricuori.com/
*****************************************

BEAT CAFE’

Marina di San Salvo (CH)

Ingresso libero
Inizio concerto ore 23
 

"Giro d’Italia in 80 Librerie": il trailer del gran finale a Vasto

il Giro d’Italia in 80 librerie a Vasto

image

image


Il Giro d’Italia in 80 librerie (per non parlar di scuole e biblioteche) è la prima staffetta ciclistica, culturale e ambientale che mette sui pedali il mondo del libro. Scrittori, traduttori, librai, bibliotecari ed editori si danno il cambio sulle strade d’Italia: tra maggio e giugno 2014 da Aosta sono scesi fino a Roma, e nel primo week end di luglio si chiude in bellezza a Vasto. Il tutto promuovendo la Via Francigena, insieme agli amici della bicicletta e grazie al fondamentale sostegno di Regione Toscana e Snam. Venerdì 4 luglio il Giro comincia la propria appendice finale a Vasto, con alcuni laboratori per bambini e con l’incontro-dibattito sull’ultimo libro dello scrittore Lello Gurrado. Inoltre, grazie al sostegno del Comune di Vasto, verrà inaugurato il Campeggio libro, un vero e proprio campeggio letterario aperto a tutti, nella splendida cornice del parco della Villa comunale di Viale Rimembranza. Come spiegano gli organizzatori, “sotto le stelle, si potranno ascoltare storie e leggere costellazioni di parole! Sabato 5 luglio il Giro ha un ricchissimo programma fra Cupello, la Centrale Stogit di Fiume Treste e Vasto: Letture bendate, Mercato della terra, Campeggio libro… e, ovviamente, tanta bicicletta! Numerosi gli scrittori presenti e, in serata, imperdibile spettacolo di Giuseppe Culicchia e Federica Mafucci, che mettono in scena E così vorresti fare lo scrittore. Domenica 6 luglio finale ricco di sorprese sempre a Vasto, con musica, spettacoli e Campeggio libro. È il gran giorno della finalissima della Coppa Italia di biglie a coppie: al mattino, sulla spiaggia di Punta Penna, le migliori coppie emerse durante il Giro si sfideranno per sancire chi è il campione assoluto di questa specialità. In palio, tanti premi! La sera poi si conclude con le percussioni metropolitane dei Bamboo, che suoneranno bidoni, segnali stradali, giocattoli e tutto quello che può essere suonato…”.

Il programma

Vasto, venerdì 4 luglio 2014

Ore 18.00, Vasto, Biblioteca Comunale “Raffaele Mattioli” Laboratori di lettura per bambini

Ore 21.30, Vasto, Giardini di Palazzo d’Avalos Fulmine Incontro-dibattito sul libro Fulmine (Marcos y Marcos) dello scrittore Lello Gurrado. Presentano Francesco Del Viscio (presidente Consulta giovanile di Vasto) e la scrittrice Mascia Di Marco, con la collaborazione del Progetto Giovani del comune di Vasto. Al termine della presentazione, piccola degustazione di birra artigianale.

Vasto – Cupello – Vasto, sabato 5 luglio 2014

Ore 9.00 – Vasto, Piazza Rossetti Partenza per Cupello Ritrovo di ciclisti, lettori e curiosi muniti di bici e partenza per Cupello

Ore 10.30, Impianto stoccaggio STOGIT di Fiume Treste Ristoro e distribuzione di gadget per i partecipanti alla pedalata

Ore 11.30, Impianto stoccaggio STOGIT di Fiume Treste Ripartenza per Cupello È previsto un eventuale trasporto delle bici su pulmino

Ore 11.45, Cupello Arrivo dei ciclisti

Ore 12.00, Cupello, Palazzo Comunale (C.so Mazzini) Scrittori & Letture bendate Incontro con gli scrittori Candia Piedigrossi (Il bacio della buonanotte, Youcanprint) e Davide Maceroni (Crisi nell’alto dei cieli, Lettere Animate). E Letture Bendate dedicate a Ignazio Silone.

Ore 13.00, Cupello, Palazzo Comunale (C.so Mazzini) Mercato della Terra! Per tutti i partecipanti alla pedalata, gustosa degustazione di prodotti locali prima di rimettersi in sella. In collaborazione con Mercato Contadino d’Abruzzo.

Ore 15:00, Cupello Ripartenza per Vasto

Ore 15:45, Vasto Arrivo da Cupello Ore 18.30, Vasto, Villa Comunale Campeggio libro – Una bella bici che va! Evento da non perdere al Campeggio libro, che entra nel vivo con la presentazione del libro Una bella bici che va (Giulio Perrone Editorire), di Isabella Borghese. Introduce Marco Marra (assessore alla mobilità del Comune di Vasto) e presenta Chiara Iacovitti (Agorà TV)

Ore 19.30, Vasto, Casa Rossetti, Centro Europeo di Studi Rossettiani Poesie bendate Nell’ambito del Corso di Alta Formazione “Traduzioni&Traduttori”, Letture Bendate: reading di poesie con Paolo Febbraro.

Ore 21.30, Vasto, Giardini di Palazzo d’Avalos E così vorresti fare lo scrittore Spettacolo reading sul ruolo dello scrittore, di Giuseppe Culicchia e Federica Mafucci.

Vasto, domenica 6 luglio 2014

Ore 10.30, Vasto, Spiaggia di Punta Penna Finalissima della Coppa Italia di biglie a coppie! Gran finale della Coppa Italia di biglie a coppie. Installazione di Biciclette parlanti.

Ore 19.30, Vasto, Villa Comunale Campeggio libro – Borracce di poesia! Alessandro Ricci e le sue quartine ci raccontano il mondo visto dalla bici, con particolare attenzione verso il ciclista urbano.

Ore 21.00, Vasto, Piazza Barbacani, Incontro tra musica e libri con la partecipazione di McAdams.

Ore 22.00, Vasto, Giardini di Palazzo d’Avalos Bamboo (percussioni metropolitane) Gran finale con spettacolo-performance

Per ulteriori informazioni: www.letteraturarinnovabile.com

Tutti gli eventi saranno seguiti da Radio PlayZ in collaborazione con Consulta Giovanile e Progetto Giovani di Vasto.

Good Vibrations III ed.

image

GOOD VIBRATIONS “Festival” #3 
27/28 Giugno // BEAT CAFE
~ Marina di San Salvo [CH]

Dopo aver ospitato i mitici “The Atlantics” (Australia), i barbuti “Meshugga Beach Party” (Israele), gli psichedelici “The Tomorrow Men” (USA) e gli spassosi “Frankie & The Poolboys” (USA) torna la 3° Edizione del GOOD VIBRATIONS Festival che quest’anno si terrà al Beat Cafe ed oltre al surf si colorerà anche di funk.
Nei due giorni si esibiranno, rigorosamente live, da Los Angeles (USA), il chitarrista PAUL JOHNSON, mito e pioniere della musica surf californiana degli anni ‘60 e membro fondatore di band culto come The Bel-Airs, Packards & PJ & The Galaxies, ad aprire il concerto di Paul ci saranno gli abruzzesi BAD RIDERS, dal sound surf tipicamente pulp, mentre dal vicino salento provengono i BUNDAMOVE, ospiti della seconda serata, collettivo formato da sei amici impegnati come musicisti in altri progetti quali Roy Paci & Aretuska, Boom Da Bash & the CoolSteppers, Anansi e Steela e riuniti sotto il nome di Bundamove nel nome del funk. 
Ingresso Libero ore 22.00 
BEAT CAFE
Marina di San Salvo (CH) 
  :::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

27.06 || PAUL JOHNSON & FRIENDS [USA] + BAD RIDERS [ITA] Chitarrista leggenda della Surf Music e pioniere del genere dagli anni 1960 quando una band dell’area di Los Angeles chiamata Bel-Airs del chitarrista Paul Johnson intraprese una strada alla scoperta di un rock’n’roll e blues strumentale diventando gli idoli dei ragazzini e i protagonisti della scena musicale locale grazie a hits come “Mr. Moto”, “Squad Car”, “Kamikaze”, “Volcanic Action” e molti altri.   Paul è sempre rimasto legato alle proprie origini e al proprio sound pulito, limpido ed aggressivo allo stesso tempo, mantenendo intatti gli aspetti che caratterizzavano la musica dei surfer nel primi anni 60: vivacità, colore e voglia di divertirsi. A seguito delle esperienze con le sue altre band tra gli anni ’60 e ’80, tra cui spiccano PJ & The Galaxies, Paul fondò i Packards nei primi ’80, con l’intenzione di riprendere i grandi successi della defunta era del surf e rivisitarli in chiave moderna: insieme a Jon & The Nightriders dette vita alla “surf music’s second wave”. Ancora oggi Paul è uno dei personaggi chiave della surf music, sempre attivo e presente nella comunità moderna del genere.

28.06 || BUNDAMOVE [ITA]
E’ un progetto nato nel 2009 scoprendo il fascino di trasformare grandi classici del rock, del reggae e del pop in remake funky capaci di far ballare anche i più restii, proponendo un sound in cui il funk si veste di beat, riff e groove potenti e coinvolgenti che riportano alle sonorità vintage della scena musicale degli anni Sessanta..La loro prima produzione discografica: “Da Funk Machine” (Goodfellas) è anticipata dall’uscita del singolo “Roadhouse Blues”, capolavoro dei Doors, di cui è stato realizzato il videoclip con la regia di Marco Mazzotta. Nel 2013 la band entra in studio con Cico, già mc di Roy Paci e Negrita, per registrare il primo album di inediti “Connection”, ricco di collaborazioni d’eccezione, nel quale la band rivoluziona il proprio sound, sperimentando la “connessione” tra l’antica passione per il funk e l’intero universo musicale contemporaneo, dal reggae al pop, passando per hip hop e crossover. Il primo singolo è “Sexy Voodoo Party” , dal quale prende spunto un interminabile tour estivo/autunnale che vede i Bundamove suonare in lungo e in largo per lo Stivale, aprendo gli shows di leggende della musica internazionale come Manu Chao e Ska-P, fino a calcare il palco del Sziget Festival a Budapest. Nel mezzo del tour, la band trova il tempo di registrare il remake di “Filu de Jentu”, in collaborazione con l’autore del pezzo Nandu Popu dei Sud Sound System. “Stimoli” feat. Cico & Karlino, in uscita a maggio 2014, è il singolo che anticipa l’uscita ufficiale dell’album ed il ritorno on the road della Macchina del Funk.
 
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

I Missili

SETH FAERGOLZIA & HECK YAP BAND

Venerdì 16 Maggio
SETH FAERGOLZIA (DUFUS)
& HECK YAP BAND
anti-folk | psichedelia | elettronica
*****************************************

Seth Faergolzia è un istrionico artista genialoide, il concerto è di quelli assolutamente da non perdere!

Il musicista newyorchese è attualmente in Europa per presentare il suo nuovo disco “Doubting Won’t Do”, il primo da solista, con l’artwork a cura di Adam Green. In Italia sarà possibile assistere ai suoi concerti dal 15 al 19 maggio. Nel suo nuovo spettacolo dal vivo, Seth si destreggia tra soli acustici, loop elettronici, campioni e improvvisazioni, il tutto in compagnia della sua band Heck Yup (che comprende tuba, chitarra elettrica, percussioni, glockenspiel e tastiere ).

Seth Faergolzia è stato il leader dei Dufus dal 1997 al 2010, un folle ensemble newyorkese di folk sperimentale da cui era sempre difficile sapere cosa aspettarsi. Dalla loro dissoluzione in poi Seth ha portato il suo estro in giro per il mondo in solitaria ma anche con i 23 Psaegz, carovana di 18 elementi dedita a un mix coloratissimo di folk e prog rock. Paragonato a gente come Captain Beefheart, Zappa, Ween e Mr. Bungle ha calcato i palchi assieme a musicisti del calibro di Yeah Yeah Yeahs, Animal Collective, Regina Spektor, Jeffrey Lewis, The Moldy Peaches e molti altri.

http://www.dufus.tv/

*****************************************

BEAT CAFE’

Marina di San Salvo (CH)

Ingresso libero ore 23

Appuntamenti del weekend al Beat Cafè di San Salvo: Seth Faergolzia (Dufus) e Marumba & Rubba Dubba

image

DEAD ELVIS & HIS ONE MAN GRAVE

image

Sabato 10 Maggio
DEAD ELVIS & HIS ONE MAN GRAVE
rock n’ roll | garage | lo-fi
*****************************************

Dead Elvis indossa una maschera che raffigura uno zombie, e si veste come il più classico degli “Elvis impersonators”, ossia con quel vestito bianco a collo ampio e pantaloni a zampa d’elefante, che di fatto ha reso Elvis Presley un’icona internazionale e riconoscibilissima, un marchio di fabbrica che coniò nei famosi concerti a Las Vegas e alle Hawaii degli anni ‘70.

Vaga con la sua divisa sparkle, una semi-acustica sulle spalle e una cassa di batteria semidistrutta. In una sorta di rito esoterico intonerà schegge psychobilly per rievocare le anime di Buddy Holly, Eddie Cochran e Johnny Cash. Siamo certi che saranno in pista scricchiolando le ossa a ritmo di blues. Riverbero a palla, vibrato a molla e accordi rigorosamente di settima per fare un tuffo negli anni dei ciuffi ingelatinati e dei jeans a quattro risvolti. Preparatevi a uno show veramente mostruoso.

One man band super rock n’roll!

http://www.hisonemangrave.com/

*****************************************

BEAT CAFE’

Marina di San Salvo (CH)

Ingresso libero ore 23

Erin K feat. Appino (Zen Circus)

Venerdì 9 Maggio
ERIN K 
cantautorato | folk | pop
*****************************************

Song-writer d’oltremanica, la giovane Erin Kleh, in arte Erin K, è la nuova sirena del folk londinese. Sensuale e furba, Erin K si diverte a giocare con la sua immagine e con le sue canzoni che parlano di “sex dolls, ibridi animali, relazioni e cibo”. Con il suo songwriting moderno e delicato, Erin K sta conquistando sempre più spazio e sempre più pubblico. Arriva per la prima volta in Italia col suo trio, i suoi testi colpiscono per allegria e profondità, le sua performance dal vivo sono uno dei suoi veri punti di forza insieme alla sua band. Si tratta di un pop folk un po’ zuccherino che porta con se anche l’amaro delle città grigrie e piovose. Canzoni realiste e disincantate, che accompagnata dalla chitarra di Erin , trasportano l’ascoltatore in una immagine fatta di luce e tepore.

Ospite speciale della serata Appino degli Zen Circus.


http://www.erinkmusic.com/

*****************************************

BEAT CAFE’

Marina di San Salvo (CH)

Ingresso libero ore 23

Bamboo

image

Sabato 3 maggio

BAMBOO
percussivo, happening, sperimentale

******************************************

I Bamboo fanno della sperimentazione e della continua ricerca il loro punto di forza: lo scopo è quello di creare musica con strumenti “alternativi” del tutto lontani da quelli tradizionali, oggetti comuni della vita di ogni giorno.
Al di là di qualsiasi pregiudizio, i Bamboo vogliono dimostrare quanto la musica sia di per sé vicina a tutti, non solo agli addetti ai lavori.
Il risultato è uno spettacolo originale e fresco che non lascia mai il pubblico indifferente.

I Bamboo, percussionisti che stanno portando in giro per l’Italia il loro live fatto di bidoni, segnali stradali, giocattoli e tutto quello che puo essere suonato. Hanno suonato una serie di live impressionanti, dall’Auditorium e il Circolo degli artisti di Roma alle strade di provincia, dal Ferrara Buskers Festival alla vittoria nel contest Voci della Periferia.

canale youtube: http://www.youtube.com/user/OfficialBamboo

******************************
BEAT CAFE’

Marina di San Salvo (CH)

Ingresso libero ore 23

Tony Borlotti e i suoi Flauers

image

Venerdì 2 Maggio

TONY BORLOTTI E I SUOI FLAUERS
beat, rock, demenziale

***********************

Tony Borlotti e i suoi Flauers si formano nel 1995. La missione , è quella di rivivere, con passione ed ironia, l’epopea dei più sgangherati complessi beat italiani dei medi ’60. prima cover band (Satelliti, Teste Dure, I 4 di Lucca…) poi autori di proprie canzoni. Nel 1997 aprono il concerto di Mal (ex Primitives) a Cava dè Tirreni (SA). 1998 condividono una serata con la surf band romana dei Cosmonauti a Salerno e partecipano al VI festival Beat internazionale di Castel S. Giovanni (PC), destando sorpresa ed interesse e ricevendo periodici inviti ad esibirsi nel nord italia. Nel 1999 esibizione a Napoli con artisti come Rudi Protudi (Fuzztones), e Bradipos Four. Nel 2000 applaudito live al festival “Expo 2000” a Roma assieme a band come Chocolate Watch Band, Greg Moore dei Gonn, Thanes, e Others. Esce anche il 45 giri “Inno dei Flauers” per la Teen Sound di Roma le cui copie sono attualmente esaurite. Nel 2003 vede la luce l’album “Il mondo è strano” (Teen Sound): 11 canzoni, 8 originali e 3 cover (Teste Dure, I ragazzi del sole, I Profeti), in puro vinile. Nel 2004 partecipano alla XII edizione del Festival Beat Internazionale di Piacenza, dove vengono presentati come la migliore beat band italiana.
Nell’agosto 2005 partecipano al prestigioso Festival di Ravello (concerto a Villa Rufolo , sezione “altri suoni”) e nell’aprile 2006 portano il Beat Italiano alla manifestazione Sixties più importante della Catalogna figurando nella scaletta del Go! Lleida festival.Nel 2007 al Beat Epoque in Verona. Nel 2008 prendono parte al festival Internazionale della Teen Sound a Cattolica ed esce il cd “ A che serve protestare?” sempre per i tipi della teen sound. Nel 2009 partecipano a manifestazioni come “Befana Beat” al Sonar (Si) Primavera Beat (Al), “Monterey beat party” (Valencia ESP), e il festival del beat italiano di Roma (2009) (2010). Hanno recentemente suonato la “messa beat” nel 2012 al 20° festival del beat Italiano a Salsomaggiore. 2013 dicembre : esce “Aperitivo da Tony” (Discos Jaguar) nuovo ep in vinile con 4 canzoni beat al fulmicotone!!

http://www.tonyborlottieisuoiflauers.it/

*****************************************

BEAT CAFE’

Marina di San Salvo (CH)

Ingresso libero ore 23

Zibba & Almalibre

image

Sabato 26 Aprile
ZIBBA & ALMALIBRE
cantautorato | roots | rock
*****************************************

Un graditissimo ritorno quello di Zibba & Almalibre al Beat Cafe. Una delle più interessanti realtà del nuovo cantautorato italiano, in bilico tra il roots rock e la poetica dei grandi cantautori, altalenandosi tra echi jazz e ritmi in levare.
Dal 1998 un viaggio senza sosta quello di Zibba & Almalibre raccontato attraverso le sue canzoni con la pubblicazione di quattro album inediti più un omaggio all’autore Giorgio Calabrese dal titolo “E sottolineo se” oltre a numerosissime collaborazioni con artisti quali Tonino Carotone, Bunna (Africa Unite), Raphael, Federico Zampaglione (Tiromancino), Roy Paci, Eugenio Finardi, Vittorio De Scalzi, Adolfo Margiotta, Cristiano De Andre’, Niccolo Fabi, Gianluca Fubelli, Tiziano Ferro e molti altri.

Contemporaneamente all’attività con gli Almalibre, Zibba, partecipa ad altri progetti, come il trio Double Trouble e lo spettacolo teatrale con le sue musiche, “Comedian blues” interpretato dal gruppo comico dei Turbolenti e scritto da Lazzaro Calcagno e Matteo Monforte. Nello stesso anno Zibba diventa anche attore in “All’ombra dell’ultimo sole”, musical ispirato al mondo di Fabrizio De Andrè, scritto da Massimo Cotto che ne segue la pubblicazione del singolo “passerà” con Eugenio Finardi, contenuto nel disco “sessanta” del cantautore milanese.

Nel 2012 Zibba vince laTarga Tenco, il premio più prestigioso della musica italiana, per il miglior album in assoluto dell’anno con “Come il suono dei passi sulla neve”.

Nel novembre 2013 esce il primo libro di Zibba “Me l’ha detto Frank Zappa” edito da Zona e Matislko, che diventa testo teatrale di uno spettacolo diretto da Sergio Sgrilli.
Ultima produzione è l’album”Senza Pensare All’Estate”, una raccolta di dieci anni di musica e viaggi, di amori e vittorie, un disco roots, dal sapore live, costruito in pochi intensi giorni e contenente il brano “Senza di te” con cui Zibba ha vinto il Premio della critica “Mia Martini” per la Sezione Nuove Proposte della 64° edizione del Festival di Sanremo, aggiudicandosi anche il Premio della Sala Stampa Radio-Tv-Web“Lucio Dalla” per la Sezione Nuove Proposte.

La vera forza di questo cantautore e della sua band sta nel Live: Un viaggio intimo in un mondo fatto di parole calde. Vita di tutti i giorni, sesso, amicizia. Vene pulp e bukowskiane accostate a messaggi diritti alla pancia e all’anima. Finestre sull’umanità e sulle sue infinite sfaccettature. Una calda coperta sdraiata sull’ascoltatore.

www.zibba.it

*****************************************

BEAT CAFE’

Marina di San Salvo (CH)

Ingresso libero ore 23

Kayamama

image

Venerdì 25 Aprile

Kayamama

reggae | afro | roots
**************************
Nei Kayamama il reggae è il filo conduttore di un percorso musicale che attinge colore ed energia anche da altri stili. Abou porta con se contaminazioni hip-hop e R&B, l’elettronica si sposa perfettamente con la base ritmica creata da batteria, basso e percussioni mentre tastiere e chitarra si fondono con le voci creando l’amalgama tra ritmo e melodia.
Il risultato è un muro sonoro che investe ed avvolge il pubblico, che difficilmente resta composto ad ascoltare: i concerti diventano presto un’esperienza collettiva in cui tutti ballano e si lasciano coinvolgere da un ritmo irresistibile.
I Kayamama propongono pezzi propri, cantati in lingua inglese e in lingua Wolof, la lingua del Senegal, patria di Abou, voce della band.
Affrontano temi sociali, caldi ed attuali: il rispetto per tutto ciò che ci circonda, il diritto alla pace, alla libertà di pensiero e azione, l’importanza dell’integrazione, vista come grande opportunità di crescita e indimenticabile esperienza di vita.
I Kayamama non hanno una connotazione politica: i valori che vogliono trasmettere sono appannaggio di tutta l’umanità, non possono colorarsi di altre sfumature se non quelle multicolori nate dall’interscambio costruttivo di culture e tradizioni. Incitano alla gioia e alla serenità, invitano chi li ascolta a lasciarsi andare al ritmo, a farsi coinvolgere dall’atmosfera di festa e condivisione, a dimenticare le differenze e ricordare che la musica è un magnifico strumento nelle mani dell’integrazione.

La formazione attuale è composta da dieci elementi, dieci strumenti, dieci esperienze, dieci stili che si fondono insieme e danno vita ad un’orchestra moderna e multicolore.

http://www.kayamama.it/
 
*****************************************

BEAT CAFE’

Marina di San Salvo (CH)

Ingresso libero ore 23